giovedì 26 marzo 2009

La pasta e ceci, oltre ad essere un piatto prelibato, riduce il colesterolo LDL

Un piatto antico e prelibato, la pasta e ceci, oggi si scopre potente alleato del cuore. Secondo uno studio pubblicato sugli Annals of Nutrition and Metabolism, condotto dai ricercatori della University of Tasmania in AUstralia , i ceci hanno infatti preziose proprietà anti-colesterolo, Includere i ceci nell'alimentazione abbassa notevolmente i livelli di colesterolo "cattivo" (Ldl) nel sangue. Allo studio hanno preso parte 47 adulti cui sono state assegnate due diete diverse da seguire per almeno 5 settimane. Si trattava in entrambi i casi di diete di mantenimento, ma solo una delle due includeva i ceci. Dopo 5 settimane, i pazienti che hanno seguito il piano alimentare con i ceci hanno visto scendere del 3,9% il colesterolo totale e del 4,6% quello Ldl. Il beneficio apportato dai ceci alla salute del cuore è dovuto, spiegano i ricercatori, non solo al contenuto di fibre ma soprattutto a quello di folato e magnesio. Il folato aiuta ad abbassare i livelli di omocisteina, un amminoacido che, se in quantità eccessiva nel sangue, può costituire un fattore di rischio per infarto, ictus o malattia arteriosa periferica.
In soldoni, consumando la razione giornaliera di folato si ridurrebbero del 10% gli infarti che si verificano ogni anno negli Stati Uniti. Un piatto di ceci da solo fornisce il 70,5% della razione giornaliera di folato. Quanto al contenuto di magnesio dei ceci, gli studi hanno dimostrato che la presenza di adeguato magnesio nell'organismo migliora la circolazione sanguigna e il flusso di ossigeno e sostanze nutritive, mentre un deficit di magnesio è associato a infarto.

Nessun commento:

Bobby Caldwell

Loading...